nocciola di giffoni oliviero

La forma perfettamente rotondeggiante, la polpa bianca, consistente, dal sapore aromatico. Oggi parliamo della tonda per eccellenza, materia di spicco della nostra azienda: la nocciola di Giffoni IGP. 

Per le sue caratteristiche è particolarmente idonea alla tostatura, alla pelatura e alla calibratura ma anche adatta alla trasformazione industriale per la produzione di pasta e granella, nonché di specialità dolciarie di grande consumo: dolcetti, torroncini, torroni, pralinati e croccanti. Ma la tonda si presta, per forma e per qualità, anche al consumo diretto: al naturale o ricoperta di cioccolato, nel miele o nel torrone, la Nocciola di Giffoni IGP sta guadagnando, anche all’estero, il favore dei consumatori. 

Torniamo indietro nel tempo a raccontare la storia di questa cultivar eccezionale. La coltivazione del nocciolo in Campania è antichissima. Numerose testimonianze addirittura provengono dalla letteratura latina, già a partite dal III secolo A.C. e da reperti archeologici quali ad esempio alcuni resti carbonizzati di nocciole, esposti al Museo Nazionale di Napoli. La diffusione di questa coltura nel resto d’Italia sembra essere iniziata proprio a partire dalla Campania, tanto che già nel secolo XVII il commercio delle nocciole, in particolare verso altre nazioni, aveva una sua rilevanza economica. 

Nocciola di Giffoni Igp

Le prime testimonianze della coltivazione della “Nocciola di Giffoni” IGP, prodotto tipicamente salernitano, risalgono al Medioevo, ma è solo attraverso rapporti commerciali con il resto d’Italia e con l’estero, nell’epoca borbonica, che si venne a conoscere il valore distintivo della qualità di tale prodotto. 

Successivamente, nel Novecento, si è registrata un’espansione colturale proprio in relazione alla forte richiesta da parte dell’industria dolciaria. Il territorio dei Picentini e della valle dell’Irno, d’altra parte, è vocato naturalmente alla coltivazione del nocciolo in quanto questa pianta è presente da sempre nella zona allo stato spontaneo. Il terreno di origine vulcanica offre, peraltro, le migliori condizioni di fertilità, e in generale le proprietà qualitative della Tonda di Giffoni sono riconducibili proprio al fortunato mixer di fattori ambientali, naturali e umani tipici della zona di produzione.  

La nocciola, inoltre, possiede numerose proprietà e benefici. Le nocciole, come quasi tutta la frutta secca,  sono un alimento molto energetico in grado di fornire un elevato apporto calorico: 100 g forniscono circa 655 Kcal facilmente assimilabili. L’alto valore energetico è dato dal buon contenuto di grassi (64%), in particolare di grassi monoinsaturi e linoleico. Depositaria di Vitamina E, del gruppo B e di oligoelementi la nocciola di Giffoni non solo è buona ma fa anche bene alla salute! Se poi l’abbiniamo al cioccolato…un’unica esperienza di gusto è assicurata.   

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.